I derivati di Alghero e l'avanspettacolo

-
"Una sentenza storica quella del Tribunale di Roma, che nella vicenda "derivati" ha riconosciuto le buone ragioni del Comune di Alghero e ha condannato la BNL alla restituzione di oltre 1 milione di euro oltre a 30mila euro di spese legali". Così l'ex sindaco del Comune di Alghero Marco Tedde commenta la statuizione del Giudice romano che ha accolto le domande giudiziali dell'Amministrazione. Tedde ricorda che la sua Giunta di centrodestra avvedutasi del comportamento giuridicamente scorretto della BNL incaricò una società specializzata in ingegneria finanziaria, la Martingale Risk, di far luce sugli inadempimenti e irregolarità dell'istituto bancario sui contratti derivati stipulati sulla base di una norma nazionale per contenere il rischio del rialzo dei tassi di interesse. 

Dopo la lettura della relazione della Martingale Risk nell'aprile del 2012 il Commissario Casula decise di agire in giudizio contro la BNL. "Il Tribunale di Roma ha messo in luce importanti criticità a carico della BNL che hanno portato alla sua condanna -sottolinea Tedde- Ora, manipolando la realtà dei fatti, certa sinistra cerca di intestarsi il risultato. Ma siamo abituati a questi politici che costantemente con metodi da avanspettacolo cercano di ascriversi meriti che non hanno. Cosa che gli algheresi hanno ben capito e hanno sanzionato all'ultima tornata elettorale che ha visto la sinistra soccombere in modo avvilente" - chiude Tedde.