Alghero: in pezzi la targa del Mirador Giuni Russo - Vandali e imbecilli

-
La targa che intitola a Giuni Russo il Mirador situato in cima al colle d'El Trò, una delle posizioni panoramiche più suggestive dell'intera costa algherese, è stata fatta a pezzi da qualche imbecille. Ci sarebbe un termine più volgare per definirlo e c'è soltanto l'imbarazzo della scelta. Per spaccare il marmo l'imbecille in questione deve aver ripetutamente colpito la targa, con una mazza, un martello o lanciando contro qualche grossa pietra. Una azione mirata quindi, che meriterebbe una adeguata e severa punizione. 

Veniamo a conoscenza del brutto episodio grazie a una lettrice, Maria Milani, che ci ha fornito anche la foto. Riportiamo di seguito, e volentieri, il testo. "Salve, sono venuta ad Alghero per visitare il Mirador Giuni Russo ma ho trovato una sorpresa: la targa è rotta". Le poche righe proseguono con una domanda: "Ma è così che rispettate questo luogo dedicato a una grande artista che vi ha dato tanta visibilità?"

Una domanda che assomiglia a una passata di schiaffi, dura, perfino imbarazzante per chi è chiamato a rispondere. Non sappiano quando questo gesto vandalico è stato compiuto, se ieri, un mese fa o ancora oltre, ma siamo certi che l'amministrazione comunale provvederà immediatamente e non soltanto perchè la nostra lettrice possa tornare e trovare la targa integra. 

Il Comune provvederà perchè si tratta di un atto dovuto nei confronti della cantante che ha portato il nome della città in tutto il mondo con la sua "Voglio andare ad Alghero". Un segno di immediato rispetto per il luogo che la ricorda ma anche un gesto di gratitudine verso un'artista che ha dedicato il suo talento per promuovere la comunità algherese.


 

Photogallery: