Notte in bianco per gli operai di Abbanoa: l'Enas ha ripreso a fornire acqua grezza

Resteranno mobilitate tutta la notte le squadre degli operatori di rete e dei tecnici dei potabilizzatori per riportare a pieno regime l’intero sistema idrico di Sassari, Porto Torres e Stintino. L’obiettivo è superare l’emergenza idrica di quattro giorni causata dal guasto nella condotta dell’Enas, Ente acque della Sardegna, che rifornisce di acqua grezza i potabilizzatori Abbanoa di Truncu Reale (al servizio di Sassari, Porto Torres e Stintino) e Castelsardo. Dopo un’altra mattinata in cui fino all’ultimo non si avevano informazioni certe del riavvio dell’acquedotto dell’Enas, questa pomeriggio è iniziata ad arrivare l’acqua grezza nella vasca d’accumulo di Truncu Reale dal quale Abbanoa può attingere per rifornire il potabilizzatore al Servizio di Sassari, Porto Torres e Stintino. I tecnici dell’impianto hanno quindi potuto avviare la produzione di acqua potabile: verso le 19 sarà possibile pompare l’acqua verso il sollevamento di Monte Oro e da lì rilanciarla verso i vari serbatoi cittadini. Man mano che questi impianti d’accumulo si riempiranno sarà possibile immettere l’acqua nelle reti idriche urbane al servizio delle utenze.

Soltanto a Sassari si tratta di rimettere in pressione oltre duecento chilometri di tubature ormai completamente vuote dopo i quattro giorni di emergenza. Tutte le squadre di Abbanoa saranno sul campo tutta la notte per eseguire le manovre necessarie a rimettere a pieno regime tutta la rete. Dove si verificheranno fenomeni di torbidità saranno effettuate operazioni di spurgo così pure saranno effettuare operazioni di sfiato dove si dovessero registrare sacche d’aria che impediscono il deflusso dell’acqua.

SASSARI
· Durante la notte sarà quindi riavviata l’erogazione nei quartieri serviti in via esclusiva da Truncu Reale tramite il sollevamento di Monte Oro: Centro Storico, Monte Rosello basso, Sacro Cuore, Latte Dolce, Santa Maria di Pisa, Porcellana e Piandanna più il ramo dell’acquedotto verso le frazioni di Bancali, Caniga, Zir, Li Punti, Sant’Orsola e Ottava.
La riapertura dell’erogazione avverrà in maniera graduale: serviranno tempi maggiori per le zone più alte e lontane dai serbatoi. Fino al completo ristabilimento della situazione è confermato il servizio di autobotte.
· Interruzione dell’erogazione dalle 22 di oggi fino alle 5 di domani mattina nelle zone rifornite dal Serbatoio Quota 340, alimentato solo parzialmente da Truncu Reale al quale è garantita una integrazione dal Bidighinzu: Luna e Sole, Prunizzedda, Carbonazzi, Monte Rosello Alto.
· A causa del protrarsi dell’emergenza, è stato necessario interrompere fino alle 5 di domani mattina anche nelle zone alimentate dal serbatoio di Via Milano, alimentato dal potabilizzatore del Bidighinzu con integrazione da Truncu Reale tramite il sollevamento di Ponte Rosello: Lu Fangazzu, San Paolo, San Giuseppe, Monserrato, Monte Rosello medio, Sassari 2, Badde Pedrosa, Tingari, Valle Gardona e Gioscari.

PORTO TORRES
· Durante la notte sarà riavviata l’erogazione
· E’ operativa un’autobotte in via delle Vigne

STINTINO
· Durante la notte sarà quindi riavviata l’erogazione
· 2 autobotti nella piazza dei 45 e a pozzo San Nicola

CASTELSARDO
· Il potabilizzatore è stato riavviato e ripristinata l’erogazione sia nel centro abitato che nella frazione di Lu Bagnu.

Verranno intrapresi tutti gli accorgimenti necessari a limitare i disservizi. Qualsiasi anomalia potrà essere segnalata al servizio di segnalazione guasti di Abbanoa tramite il numero verde 800.022.040 attivo 24 ore su 24. Abbanoa segnala che alla ripresa dell’erogazione l’acqua potrebbe essere transitoriamente torbida a causa dello svuotamento e successivo riempimento delle tubazioni.