Corpo Forestale: 24 nuovi pick up per la vigilanza ambientale

"Abbiamo provveduto ad implementare il parco mezzi del sistema antincendio regionale per rendere ancora più efficace il servizio di pronto intervento dedicato sia alle emergenze idrogeologiche sia a quelle relative allo spegnimento degli incendi rurali”. Lo ha detto l’assessore regionale dell’Ambiente, Gianni Lampis, in occasione della consegna ai vertici del Corpo forestale e di Vigilanza ambientale di un’ulteriore flotta di 24 mezzi ‘pick-up full back’, avvenuta questa mattina nella stazione forestale a Macchiareddu.

"Il Corpo Forestale, da sempre attento ed in prima linea per la tutela dell’ambiente – ha aggiunto l'assessore Lampis - attraverso l’acquisizione di mezzi con impatto ambientale bassissimo e in linea con la normativa antinquinamento ‘Euro 6’, contribuirà in maniera sostanziale alla riduzione delle emissioni inquinanti, in particolare per quanto riguarda le emissioni di particolato e di ossidi di azoto”. Dal 2018, il parco automezzi del Corpo forestale è stato implementato con la consegna di 11 pick-up Ford Ranger, dotati di modulo Aib e centralina oleodinamica per interventi connessi al rischio idrogeologico. Un ulteriore stock di 34 mezzi ‘pick-up full back’ verrà consegnato in due prossime occasioni: 27 a novembre e 7 entro marzo 2020. Nell’accordo quadro è prevista anche la possibilità di acquistare ulteriori 34 automezzi.

I nuovi mezzi sono destinati alle stazioni di Pula, Guspini, Isili e Teulada (Ispettorato di Cagliari); Carbonia e Santadi (Ispettorato di Iglesias); Ierzu e Tortoli' (Ispettorato di Lanusei); Cuglieri, Ghilarza, Marrubiu e Villaurbana (Ispettorato di Oristano); Nuoro, Bitti, Bolotana, Orgosolo e Lula (Ispettorato di Nuoro); Alghero, Benetutti, Ozieri e Castelsardo (Ispettorato di Sassari); Olbia, Palau e La Maddalena (Ispettorato di Tempio).