Sanità: i bandi di funzione sono cosa nostra - Nursing Up ne chiede il blocco immediato

"Richiesta URGENTE blocco bando incarichi di funzione delibera 493 del 25 giugno 2019". Se ne fa carico il segretario provinciale del Nursing Up, Alessandro Nasone, in una nota indirizzata ai vertici politici e tecnici della sanità sarda.

"Nei giorni scorsi l’ATS ha pubblicato per la seconda volta - aggiunge - il bando per gli incarichi di Funzione ed Organizzazione cosi come sancito dall’ultimo CCNL. Un bando pubblicato solo due giorni prima che il Direttore Generale Moirano lasciasse il proprio incarico. Un bando già pubblicato nel maggio scorso è messo in standby dalla direzione aziendale per evidenti errori nella mappatura dei posti disponibili e nelle procedure di selezione. Il Nursing Up, già nel primo tentativo di bando aveva invitato la direzione a prendersi una pausa di riflessione a causa proprio degli errori che sia noi che altri sindacati avevano rilevato.

Con il secondo bando la storia si è ripetuta. L’atteggiamento dell’Ats non è cambiato; nessun ascolto delle contestazioni dei sindacati e soprattutto nessuna concertazione sulla mappatura dei posti disponibili ma solo un atto unilaterale. Tutto ciò dimenticandosi che i soldi con cui verranno pagati tutti gli incarichi, fuoriescono dai fondi contrattuali e buona norma sarebbe che quando si toccano i fondi dei dipendenti, l’azienda deve sedersi al tavolo con le organizzazioni sindacali e concertare con loro. Ma l’ATS evidentemente vuole ignorare i pareri dei sindacati, pensando che tutto quello che fuoriesce dagli uffici sia giusto. Ma cosi, chiaramente, non è! In tutta l’area di competenza di Ats, da Sassari a Sanluri, con questo bando, spariscono molti coordinamenti oppure vengono accorpati, senza peraltro adeguare economicamente la pesatura.

Ecco che a causa dell’incapacità di ascolto dell’ATS spariscono nel territorio di Sassari alcuni coordinamenti legati all’assistenza territoriale come Adi o le Dialisi, stessa cosa succede nel territorio di Sanluri. Non capiamo la ratio di questa scelta, probabilmente sono solo disattenzioni o scarsa conoscenza delle strutture esistenti; ma sta di fatto che se si continua con questo atteggiamento e si porta avanti il bando pubblicato in questi giorni, si creano danni importanti ai servizi esistenti e all’assistenza ai malati. È questo che si vuole?

Per evitare che tutto il sistema assistenziale venga indebolito da scelte errate, da dimenticanze e da omissioni, il Nursing Up chiede di bloccare immediatamente il bando per gli incarichi di funzione ed organizzazione disposto con delibera 493 del 25 Giugno scorso e chiediamo urgentemente la riapertura di un tavolo contrattuale sulla mappatura e pesatura - conclude Nasone - di tutti gli incarichi di funzione dell’area sanitaria e tecnica dell’ATS."