Dura replica della Pallacanestro Alghero alle accuse del PSd'Az

Dalla A.S.D. Scuola Addestramento alla Pallacanestro Alghero riceviamo una nota di replica a un recente intervento della segreteria locale del Partito Sardo di Azione riguardante la gestione dell'impianto sportivo in uso alla società algherese.

"Leggiamo con grande stupore le diffamanti dichiarazioni del Segretario del partito che ha espresso il Sindaco, un insieme di falsità , menzogne e distorsioni della realtà dei fatti. Abbiamo tramite documenti certificati, email certificate e fatture, ricostruito ogni singolo passaggio di questi travagliati anni che ci consentono di smentire fermamente ogni becera accusa rivoltaci.

E’ FALSO che il responsabile della Associazione sportiva non si sia presentato alla sottoscrizione del verbale di riconsegna. Semplicemente perchè non esiste alcun verbale, in quanto mai nessuno ha intimato la riconsegna dell’impianto. Unico atto concreto attuato in questi mesi sempre dalla precedente Amministrazione è stato un sopralluogo congiunto per la verifica in contraddittorio sullo stato dei luoghi finalizzato alla restituzione dell’impianto in data 4 Aprile 2019 e su richiesta del Gestore rinviato al 9 Aprile 2019. Il contraddittorio è stato quindi effettuato il pomeriggio del giorno 9 aprile da 2 funzionari del Comune , a detto incontro non è seguito nessun ulteriore atto amministrativo di qualsiasi genere. Inoltre non esiste alcuna situazione di illegittimità, in quanto l’impianto è rimasto in concessione provvisoria sino all’espletamento della gara di appalto alla quale abbiamo regolarmente partecipato, vincendola. Al momento siamo in attesa che gli uffici comunali preposti completino la procedura.

E’ FALSO parlare di proroga in quanto non ci sono stati atti di tenore opposto e pertanto restano validi quelli emanati in precedenza. Troviamo poi veramente paradossale l’accusa che ci viene mossa sullo stato di abbandono della struttura. Facciamo notare che seppure in questa situazione di estrema incertezza ed in assoluta mancanza di risposte da parte della precedente amministrazione, abbiamo comunque provveduto di nostra iniziativa ed a nostre spese ad attivare una serie di interventi che hanno consentito e garantito una piena fruibilità della struttura. Dei suddetti interventi abbiamo la prova documentale e incontestabile, pertanto siamo pronti a confrontarci con chiunque su questo argomento. Anche questa volta siamo noi Associazione Sportiva ad essere penalizzati e rimaniamo in attesa che si dia seguito al bando vinto per poter attivare il piano di Gestione da noi predisposto.

Circa gli ipotetici conflitti di interesse del “patron” della nostra associazione si fa rilevare che lo stesso subito dopo la sua elezione in C.Comunale si è auto sospeso dalla carica rivestita, formalizzando in seguito le sue ufficiali dimissioni, ricoprendo al momento esclusivamente il ruolo di Istruttore-Allenatore. Inoltre, qualora invece sia evincibile che tale sciagurato comunicato risulti essere diffamatorio e calunnioso nei confronti della nostra ASD, saremo noi a valutare se rivolgerci alla Magistratura a tutela della nostra onorabilità e correttezza.

In conclusione facciamo anche nostro, citandolo, un commento di altra forza politica nei confronti di alcuni rappresentanti del partito in questione «Comprendiamo pure i tormenti di alcuni esponenti del PSd’Az, molto pochi per fortuna, che attaccano il loro e nostro sindaco (e alcuni membri della maggioranza) per reagire ad appetiti insoddisfatti. Ma non rimarremo alla finestra - conclude la società sportiva algherese - ad osservare queste manifestazioni di barbarie politica e ci tuteleremo in tutte le sedi».